Ultima modifica: 21 Giugno 2023
Comune di Altopascio > urbanistica > Realizzazione, modifica o regolarizzazione di passo carrabile

Realizzazione, modifica o regolarizzazione di passo carrabile

Si vuole realizzare un nuovo passo carrabile o modificare o regolarizzare un passo carrabile esistente? Ecco come fare in tre passaggi!!!

  1. trattandosi sempre di interventi che incidono sulla proprietà pubblica, il richiedente dovrà per prima cosa rivolgersi al settore Lavori pubblici (ufficio patrimonio, opere pubbliche e progettazione) e richiedere ed ottenere il nulla osta per poter realizzare, modificare o regolarizzare le opere in proprietà pubblica (la richiesta può essere predisposta autonomamente presentandola al Comune o in forma cartacea consegnandola all’ufficio Protocollo oppure inoltrandola per PEC).

  2. gli interventi incidono anche sulla proprietà privata e per realizzare, modificare o regolarizzare le opere occorre la presentazione di una istanza edilizia presso il settore Pianificazione e sviluppo del territorio (CILA, SCIA e permesso di costruire, CILA tardiva, attestazione di conformità in sanatoria, SCIA in sanatoria e permesso di costruire in sanatoria). Tutte dette istanze, nel momento della presentazione, devono contenere il nulla osta del Settore Lavori Pubblici acquisito al punto 1.

  3. Una volta conclusi i lavori, il tecnico incaricato presenta la documentazione di fine lavori al settore lavori pubblici per le opere realizzate in proprietà pubblica e la fine lavori al settore pianificazione per le opere realizzate in proprietà privata e, a seguito, richiede l’autorizzazione amministrativa per il passo carrabile al settore Polizia municipale (la modulistica per la richiesta è disponibile presso il comando della Polizia Municipale; la richiesta può essere presentata al Comune o in forma cartacea consegnandola all’ufficio Protocollo oppure inoltrandola per PEC). Al momento del rilascio, contestualmente all’autorizzazione, la Polizia municipale consegna all’interessato anche il cartello con tutti i riferimenti al procedimento.

Si comunica infine che, il settore Programmazione economico finanziaria, fiscalità e partecipate – ufficio Tributi applicherà successivamente, nei casi dovuti, il canone unico patrimoniale per l’occupazione del suolo pubblico annuale.