Modulistica

PDF regionali: sono modelli compilabili e non possono essere visualizzati con Firefox o Chrome.
Occorre salvarli ed aprirli con Adobe Reader.
Può accadere che i PDF su alcuni computer non siano associati ad Adobe Reader, in quel caso tasto dx del mouse-apri con-adobe reader.

Procura per invio tramite pec

Permesso di costruire

Nuove edificazioni, ampliamenti o varianti

SCIA – Segnalazione Certificata di Inizio Attività

SCIA – L.R. 24/2009

Comunicazione Inizio Lavori

Comunicazione Fine Lavori

Procedimento Abilitativo Semplificato (P.A.S.)

Autorizzazione per impianti di pubblicità

Attestazione di conformità

Certificazione di agibilità

Elaborato tecnico della copertura

Intervento urbanistico preventivo

Rettifica errori materiali negli atti abilitativi

Strutture temporanee stagionali

  • Inferiori a 90 gg.: Art. 137 della L.R. n. 65/14 – Opere, interventi e manufatti privi di rilevanza edilizia;
  • Inferiori a 180 gg.: Art. 136 della L.R. n. 65/14 – Comunicazione inizio lavori;
  • oltre 180 gg.: Art. 135 della L.R. n. 65/14 – Opere ed interventi soggetti a SCIA.

Vincolo paesaggistico – D.LGS 42/20074

Terre e rocce da scavo

Si ricorda che gli stampati sono provvisori, da utilizzarsi per interventi non sottoposti a VIA-AIA e devono essere inoltrati, ai sensi dell’art. 41-bis comma 2 della L. 98/2013, all’ARPAT dipartimento di Lucca utilizzando il seguente indirizzo PEC: arpat.protocollo@postacert.toscana.it.

Si ricorda che il modulo con il relativo invio ad Arpat dovrà essere allegato all’inizio lavori per il permesso di costruire e direttamente alla SCIA.

Avviso importante:

Termini inoltro scheda ad A.R.P.A.T.
Si precisa che nell’ipotesi di riutilizzo della terra nello stesso sito di produzione si applica l’art. 185 comma 1 lettera C del D.Lgs 152/2006, che recita:
“1.Non rientrano nel campo di applicazione nella parte quarta del presente de­creto:
….
c) il suolo non contaminato e altro materiale allo stato naturale escavato nel cor­so dell’attività di costruzione,ove sia certo che il materiale sarà utilizzato ai fini di costruzione allo stato naturale nello stesso sito in cui è stato scavato”.
In questo caso non è necessario comunicare all’ARPAT la dichiarazione Art. 41 bis eccoo,ma è sufficiente che venga comunicato e dimostrato al Comune il com­pleto riutilizzo della terra nel sito di produzione (o parziale se una parte va a di­ scarica e/ o a recupero)

Piano attuativo di iniziativa privata

Altri modelli

Ultima modifica: 7 giugno 2018