Comune di Altopascio > Uffici > Sociale > Trasporto sociale

Trasporto sociale

Vademecum Trasporto Sociale

(deliberazione GC 160/2016)

Le percorrenze del trasporto sociale sono esclusivamente le seguenti:

  • progetti di lavoro per disabili
  • -centri di socializzazione
  • scuola dell’obbligo
  • scuole superiori
  • centri diurni pubblici o convenzionati
  • presidi sanitari pubblici e privati

Aventi diritto:

  • anziani ultra 65enni non autosufficienti o parzialmente nonautosufficienti
  • disabili residenti nel territorio con legge 104/92
  • persone con momentanea o permanente patologia invalidante
  • soggetti in carico ai Servizi Sociali

Accesso al servizio

Entro la data stabilita annualmente in un avviso pubblico, coloro che vorranno presentare domanda per i trasporti continuativi dovranno depositare i necessari documenti presso l’Ufficio Sociale/Scuola/Sport o l’Ufficio Protocollo del Comune di Altopascio.

Per la frequenza della scuola dell’obbligo è sufficiente la presentazione annuale della sola domanda.

In presenza di richiesta in numero superiore alla disponibilita’ del servizio, si determinera’ la precedenza tenendo conto dei seguenti elementi:

  • Utenti già in carico al Servizio Sociale
  • Grado di Auto-sufficienza
  • Urgenza ed improrogabilità delle motivazioni che determinano la domanda
  • Presenza/assenza di risorse familiari

Sono completamente esentati dal pagamento:

  1. I trasporti effettuati per i ragazzi che frequentano la scuola dell’obbligo (fino a 16 anni)
  2. Coloro che in base all’indicatore isee rientrino nella fascia prevista per l’esenzione.  (come da deliberazione n. 86 del 14/07/2016)

DOVERI DEGLI UTENTI:

Per rispetto di tutti coloro che usufruiscono del servizio:

  • Ciascun utente dovrà rispettare la puntualità alla partenza dalla propria abitazione con il Soggetto Attuatore.
  • L’utente è tenuto ad avvertire il Soggetto Attuatore dell’eventuale disdetta del trasporto programmato possibilmente entro le ore 12,00 e comunque entro e non oltre le ore 17 del giorno precedente all’intervento.
  • Gli utenti che usufruiscono del servizio di trasporto continuativo, se  a conoscenza di una prolungata assenza, sono tenuti a darne comunicazione all’operatore attuatore.
  • Per trasporti continuativi verso scuole e centri diurni, la mancata comunicazione di disdetta del servizio entro i termini sopra specificati e per almeno due volte consecutive, comporta la maggiorazione dei prezzi come segue:
    • € 3,00 per gli utenti che originariamente risultavano esenti;
    • € 5,00 per gli utenti che originariamente spendevano € 3,00.
Ultima modifica: 15 Settembre 2017