Comune di Altopascio > Uffici > Anagrafe, Stato Civile e Servizi Demografici > Elezioni Trasparenti > Referendum Popolare del 20 e del 21 settembre 2020 confermativo relativo all’approvazione del testo della legge costituzionale recante «modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 240 del 12 ottobre 2019.

Referendum Popolare del 20 e del 21 settembre 2020 confermativo relativo all’approvazione del testo della legge costituzionale recante «modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 240 del 12 ottobre 2019.

Cosa si vota

Con Decreto del Presidente della Repubblica del  17 luglio 2020 , pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. . 180 del 18-7-2020 sono stati convocati per domenica 20 e lunedì 21  settembre 2020 i comizi elettorali per il REFERENDUM POPOLARE CONFERMATIVO avente ad oggetto il seguente quesito referendario:Approvate il testo della legge costituzionale concernente "Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari", approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 240 del 12 ottobre 2019

 

Documenti:

Decreto di Indizione del Referendum - D.P.R. 17 luglio 2020

Convocazione dei comizi referendum costituzionale del 20 e 21 Settembre 2020

Tessera Elettorale

La tessera elettorale è il documento che permette l'esercizio del diritto di voto, unitamente a un valido documento di identità. Oltre ai dati anagrafici dell'elettore contiene:

- la sezione elettorale di appartenenza
- la sede dove votare
- i collegi elettorali di appartenenza
- i 18 spazi destinati all'apposizione del timbro da parte del Presidente del seggio elettorale.

La tessera elettorale è gratuita e permanente. E' valida fino all'esaurimento dei 18 spazi disponibili e deve essere usata in occasione di ogni elezione o referendum.

In caso di trasferimento di residenza, viene rilasciata al domicilio dell'Elettore.

In caso di mancato recapito, può essere ritirata  nei presso l'Ufficio Elettorale di Via F.Lli Rosselli n.11 (tel.0583-216305 / 0583-289547) dall'interessato oppure da parte di un familiare risultante nel medesimo stato di famiglia, provvisto di proprio documento di riconoscimento

 nei due giorni antecedenti la data di inizio della votazione (da venerdì 18 a sabato 19 settembre 2020), dalle ore 9 alle ore 18;

- nei giorni della votazione (domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020) per tutta la durata delle operazioni di votazione, cioè dalle ore 7 alle ore 23 di domenica e dalle ore 7 alle ore 15 di lunedì.

La tessera elettorale viene anche rilasciata a terza persona purché provvista di proprio documento d'identità e documento d'identità in originale o in fotocopia dell'interessato al rilascio del duplicato.

In occasione delle votazioni, la tessera elettorale è indispensabile per ottenere le agevolazioni sul costo dei biglietti di viaggio riservate agli elettori.

Cosa fare in caso di....?

  • smarrimento: richiedere un duplicato presso l'Ufficio Elettorale, compilando una dichiarazione di smarrimento;
  • furto: presentare copia della denuncia all'autorità di Pubblica Sicurezza;
  • trasferimento di residenza da altro Comune: una nuova tessera elettorale verrà consegnata al domicilio dell'Elettore contestualmente al ritiro di quella già in suo possesso;
  • variazione dei dati: l'elettore riceverà per posta al proprio domicilio un'etichetta adesiva con i dati aggiornati, da applicare sulla tessera;
  • esaurimento degli spazi per la certificazione dell'esercizio di voto: richiedere il rinnovo della tessera elettorale presso l'Ufficio Elettorale, compilando l'apposita domanda. Occorre esibire la tessera elettorale con gli spazi esauriti.

N.b. Le tessere elettorali che riportano il timbro AVD possono essere rinnovate solo presso l'Ufficio Elettorale.

Normativa di riferimento:

  • DPR 8 Settembre 2000, n.299
  • Legge 5 Febbraio 2003 n.17

Documenti:--------------

Elettori residenti all’estero ed iscritti nell’AIRE

Gli elettori residenti all’estero ed iscritti nell’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) riceveranno come di consueto il plico elettorale al loro indirizzo di residenza. Qualora l’elettore non lo ricevesse potrà sempre richiederne il duplicato all’Ufficio consolare di riferimento. Si ricorda che è onere del cittadino mantenere aggiornato l’UFFICIO CONSOLARE competente circa il proprio indirizzo di residenza.

Chi invece, essendo iscritto nell’AIRE, intende votare in Italia, dovrà far pervenire all’UFFICIO CONSOLARE competente per residenza (Ambasciata o Consolato) un’apposita dichiarazione su carta libera che riporti: nome, cognome, data e luogo di nascita, luogo di residenza, indicazione del comune italiano d’iscrizione all’anagrafe degli italiani residenti all’estero, l’indicazione della consultazione per la quale l’elettore intende esercitare l’opzione.

La dichiarazione deve essere datata e firmata dall’elettore e accompagnata da fotocopia di un documento di identità dello stesso e può essere inviata per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano all’UFFICIO CONSOLARE, anche tramite persona diversa dall’interessato, entro i dieci giorni successivi alla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto del Presidente della Repubblica di convocazione dei comizi elettorali, con possibilità di revoca entro lo stesso termine.

Documenti:

Modulo di opzione per l'esercizio del diritto di voto in Italia

Elettori temporaneamente all’estero

Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento del Referendum, nonché i familiari con loro conviventi, potranno partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani (legge 459 del 27 dicembre 2001, comma 1 dell’art. 4-bis), ricevendo la scheda al loro indirizzo all’estero.

Per partecipare al voto all’estero, tali elettori dovranno – entro i dieci giorni successivi alla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto del Presidente della Repubblica di convocazione dei comizi elettorali – far pervenire AL COMUNE d’iscrizione nelle liste elettorali un’apposita opzione. E’ possibile la revoca entro lo stesso termine di dieci giorni. Si ricorda che l’opzione è valida solo per il voto cui si riferisce (ovvero, in questo caso, per il Referendum del 20 e del 21  settembre 2020).

L’opzione  può essere inviata per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano al Comune anche da persona diversa dall’interessato (nel sito www.indicepa.gov.it sono reperibili gli indirizzi di posta elettronica certificata dei comuni italiani).

La dichiarazione di opzione, redatta su carta libera e obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido dell’elettore, deve in ogni caso contenere l’indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale, l’indicazione dell’Ufficio consolare competente per territorio e una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza (vale a dire che ci si trova – per motivi di lavoro, studio o cure mediche – in un Paese estero in cui non si è anagraficamente residenti per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento del referendum; oppure, che si è familiare convivente di un cittadino che si trova nelle predette condizioni).

La dichiarazione va resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica del 28 dicembre 2000, n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), dichiarandosi consapevoli delle conseguenze penali in caso di dichiarazioni mendaci (art. 76 del citato DPR 445/2000).

Documenti:

Modulo opzione per l'esercizio del voto per corrispondenza nella circoscrizione estero

Circolare della Prefettura di Lucca n 25 del 28/07/2020 relativa all’elenco degli elettori che votano per corrispondenza dall’estero. Elettori temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e loro familiari conviventi.

Aperture straordinarie Ufficio Elettorale

Nei due giorni antecedenti la data di inizio della votazione (da venerdì 18 a sabato 19 settembre 2020), dalle ore 9 alle ore 18;

Nei giorni della votazione (domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020) per tutta la durata delle operazioni di votazione, cioè dalle ore 7 alle ore 23 di domenica e dalle ore 7 alle ore 15 di lunedì.

Circolari, normativa ed altri documenti

DISCIPLINA UTILIZZO SPAZI PUBBLICI E SALE COMUNALI AI FINI DELLA PROPAGANDA ELETTORALE

pubb-02-referendum-ed.febbraio-2020-avvertenze

Pubblicazione n.2 - Referendum  - Ed. febbraio 2020

MANIFESTO AVVISO ESERCIZIO DEL VOTO A DOMICILIO PER ELETTORI SOTTOPOSTI A TRATTAMENTO DOMICILIARE O IN CONDIZIONI DI QUARANTENA O DI ISOLAMENTO FIDUCIARIO PER COVID-19

DOMANDA VOTO DOMICILIARE PER COVID 19-5

In considerazione di possibili chiarimenti da parte del Ministero dell'Interno sul termine previsto dall’art. 3 comma 2 del D.L. n. 103/2020, le richieste di esercizio del voto da parte degli elettori sottoposti a trattamento domiciliare o in condizioni di quarantena o di isolamento fiduciario potranno essere presentate dagli interessati, anche successivamente al 15 settembre con le modalità già previste e saranno ricevute dal Comune  in attesa delle indicazioni ministeriali. 

Il Sindaco

ELEZIONI e REFERENDUM 2020 - LE REGOLE DA SEGUIRE PER ACCEDERE AL SEGGIO ELETTORALE

FAQ Referendum costituzionale 2020

Risposte ai quesiti che ricorrono frequentemente sull'argomento in esame con l'intenzione di aiutare e facilitare l'utente nella propria espressione di voto.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultima modifica: 18 Settembre 2020