Comune di Altopascio > Uffici > Anagrafe, Stato Civile e Servizi Demografici > DAT – Disposizioni anticipate di trattamento

DAT – Disposizioni anticipate di trattamento

Dal 31 gennaio è operativa la Legge 22 dicembre 2017 n. 219 (Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento) c.d. legge sul “testamento biologico” o “bio testamento”.

Ogni persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, in previsione di un’eventuale futura incapacità di autodeterminarsi e dopo avere acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle sue scelte, può, attraverso le DAT, esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari.

Le DAT devono essere redatte per atto pubblico o per scrittura privata autenticata, ovvero per scrittura privata.

Per i cittadini residenti nel comune di Altopascio, il modulo contenente la DAT potrà essere personalmente consegnato dal disponente medesimo all’Ufficio di Stato Civile, che provvederà alla registrazione e conservazione, oppure presso le strutture sanitarie.

Con le medesime forme, le DAT sono rinnovabili, modificabili e revocabili in ogni momento.

Nei casi in cui ragioni di emergenza e urgenza impedissero di procedere alla revoca delle Dat nelle forme sopra illustrate, possono essere revocate con dichiarazione verbale raccolta o videoregistrata da un medico, con l’assistenza di due testimoni.

Le DAT sono esenti dall’obbligo di registrazione, dall’imposta di bollo e da qualsiasi altro tributo, imposta, diritto e tassa.

Il soggetto che detta il suo biotestamento può designare una persona di sua fiducia (il “fiduciario”), che ne faccia le veci e la rappresenti nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie: il fiduciario deve essere una persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, la quale può accettare la nomina sottoscrivendo le Dat o con atto successivo.

Inoltre, la Legge di Bilancio 2018 (legge 205/2017) al comma 418, ha previsto l’istituzione, presso il Ministero della Salute, di una banca dati destinata alla registrazione delle disposizioni anticipate di trattamento (DAT). Al comma 419 di detta legge di bilancio viene altresì stabilito che, entro 180 giorni dalla entrata in vigore della legge, con decreto del Ministro della Salute verranno stabilite le modalità di registrazione della DAT presso la banca dati di cui al comma 418.

Tale disposizione può essere resa anche davanti a un notaio o scritta di proprio pugno e consegnata a un fiduciario.

 

Documentazione:

Manifesto

Circolare n.1-2018 Ministero dell’Interno

Vademecum dei Notai

LEGGE 22 dicembre 2017, n.219

 

Ultima modifica: 13 Febbraio 2018