Comune di Altopascio > comunicati stampa > Partita la definitiva messa in sicurezza dell’area dell’ex-inceneritore al Cerro a Badia Pozzeveri. Fagni “ Diventerà un’isola ecologica”
Ultima modifica: 23 maggio 2016

Partita la definitiva messa in sicurezza dell’area dell’ex-inceneritore al Cerro a Badia Pozzeveri. Fagni “ Diventerà un’isola ecologica”

Pur costantemente monitorata a ogni livello, per poter intervenire nell’area dell’ex-inceneritore di Altopascio, in località Cerro, nei pressi della via Bientinese, era necessaria la definitva messa in sicurezza.
L’amministrazione comunale da tempo aveva elaborato un progetto per questo passaggio e quindi, quando si è presentata l’opportunità della famosa finestra di deroga del patto di stabilità, ovvero alla fine dello scorso anno, ha colto l’occasione e ha dato il via alla procedura, che ha previsto qualche mese a causa della necessaria fase denominata di caratterizzazione del sito.
I lavori sono partiti lo scorso 16 maggio e prevedono, oltre a garantire il confinamento dei cumuli di ceneri provenienti dalla vecchia attività d’incenerimento dei rifiuti, che risale agli anni ottanta, anche interventi di ripristino delle condizioni precedenti. Il progetto infatti prevede la riqualificazione dell’area esterna all’edificio che migliorerà decisamente l’immagine della zona che di fatto costituisce uno degli ingressi del paese, togliendo definitivamente ogni elemento di degrado che si era sviluppato intorno alla struttura.
L’importo a carico del comune di Altopascio per questo intervento è di 200mila euro .
Una volta completati i lavori, l’area sarà pronta per ospitare un’isola ecologica a disposizione dei cittadini dell’intero territorio comunale- spiega il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Francesco Fagni -. Un’altra zona completamente recuperata che rientra nella piena disponibilità pubblica. Infatti, pur essendo stata controllata in modo sistematico dalle autorità competenti, non c’è dubbio che la sua messa in sicurezza definitiva sia un momento molto importante per Altopascio”.
Comunicato stampa Comune di Altopascio 23-5-16