Comune di Altopascio > avvisi > Lunedi 16 incontro pubblico sull’avvio della variante al regolamento urbanistico di Altopascio
Ultima modifica: 30 settembre 2015

Lunedi 16 incontro pubblico sull’avvio della variante al regolamento urbanistico di Altopascio

Con un incontro pubblico che si terrà lunedi 16 marzo 2015, alle ore 18, presso la Sala dei Granai di Piazza Ospitalieri a Altopascio, prende il via ufficialmente e formalmente il procedimento di variante normativa al regolamento urbanistico del comune di Altopascio.

La variante nasce dalla volontà dell’amministrazione comunale di adeguarsi prima possibile all’ultima legge urbanistica regionale, oltre che all’aderenza al regolamento in materia di unificazione dei parametri urbanistici ed edilizi, alla quale si devono uniformare tutti gli strumenti di settore della Toscana.

Questa iniziativa va nel senso di evitare il più possibile che mancati aggiornamenti e adeguamenti possano bloccare una attività già molto in crisi come quella edilizia. Come sempre vogliamo dare massima pubblicità all’incontro, al quale invitiamo davvero tutti, perchè sia un’operazione condivisa e trasparente, come sempre è avvenuto in questi anni- commenta il vicesindaco e assessore all’urbanistica Francesco Fagni-. Per questo saranno naturalmente presenti i tecnici del servizio urbanistica, in grado di rispondere a ogni tipo di domanda e richiesta. ”

La presente variante è esclusivamente a carattere normativo, interessa dunque le Norme Tecniche di Attuazione del Regolamento Urbanistico

Questa operazione ci permetterà anche di eliminare eventuali incongruenze e difficoltà di interpretazione, fermo restando che comunque non potranno portare ad un incremento delle potenzialità ad edificare stabilite dalle vigenti norme.

Contestualmente, con apposito atto verrà variato il Regolamento Edilizio,con nuovi parametri e definizioni approvati dalla regione Toscana, sostituendo quelli attuali, i due testi dovranno pertanto consentire una lettura facile e chiara degli interventi possibili sul territorio.

Insomma – conclude Fagni- un lavoro importante per il quale auspichiamo una grande partecipazione di tecnici e cittadini ”.