Comune di Altopascio > comunicati stampa > Il Sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti ha girato il conto di 9.158,56 euro al carabiniere coinvolto nella vicenda processuale.
Ultima modifica: 30 settembre 2015

Il Sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti ha girato il conto di 9.158,56 euro al carabiniere coinvolto nella vicenda processuale.

Marchetti firma il passaggio del conto 11-5-15
Nella mattinata di ieri ( lunedi 11 Maggio 2015) il sindaco di Altopascio e consigliere provinciale Maurizio Marchetti ha girato, come annunciato , il conto sul quale si sono riversati moltissimi contributi da tutta Italia, accorgendosi però di avere sbagliato l’entità della cifra.
Infatti, rispondendo a un quotidiano, Maurizio Marchetti aveva dichiarato sabato scorso che la cifra raccolta era nel frattempo diventata 8000 euro, visto che il 24 aprile aveva ufficialmente dichiarato che il conto aveva raggiunto la soglia di 7000 euro. In realtà, visto che anche in queste ore sono continuate a pervenire offerte, il denaro consegnato al carabiniere ammonta addirittura a 9158,56 euro.
Il conto corrente per i versamenti a favore del carabiniere era stato aperto alla Cassa di Risparmio di Lucca, Pisa e Livorno, Gruppo Banco Popolare, agenzia di Altopascio. Il nuovo conto è stato confermato alla stessa agenzia. I nuovi dati e il nuovo iban sono inseriti nella pagina Facebook “Io sto con le forze dell’ordine” per chi volesse contribuire ancora a questa causa.
Con questo atto trasparente ho portato a termine il mio impegno- sottolinea Marchetti- a favore del carabiniere e in generale per le forze dell’ordine. Non voglio alimentare polemiche, ma continuo a pensare che sia stato giusto fare riflettere l’opinione pubblica sulla vicenda. Confermo di non avere mai espresso giudizi né sui contenuti del processo né sui suoi protagonisti, ma di essere comunque e in ogni caso dalla parte delle forze dell’ordine, che svolgono un lavoro duro, e di non essere dalla parte di chi delinque, siano essi italiani o stranieri. Chi mi accusa di razzismo e populismo farebbe bene a ascoltare le persone normali, quelle che faticano a arrivare alla fine del mese, invece che i salotti radical-chic”.