Ultima modifica: 9 Aprile 2020

Donazioni

Costruire la ripartenza del paese: ad Altopascio un conto corrente dedicato

Le prime risorse sono state stanziate dal sindaco, dagli assessori e dal presidente del consiglio comunale con il taglio delle indennità

Lo stesso conto corrente può essere utilizzato, con diversa causale, anche per fare donazioni per la raccolta alimentare

Altopascio, 7 aprile 2020 – L’amministrazione D’Ambrosio mette in campo una nuova iniziativa per aiutare la comunità, in particolare coloro che sono più colpiti dagli effetti economici del Coronavirus. È attivo infatti il conto corrente, intestato a “Servizio tesoreria Comune di Altopascio”, su cui i cittadini, aziende, associazioni, fondazioni possono fare donazioni per la ripartenza del paese. È fare donazioni donazioni tramite conto corrente postale 122556, oppure tramite Iban, presso Banco BPM – filiale di Altopascio:

IT 97N0503470081000000001915;
Codice Swift (per i conti esteri) BAPPIT21S09.

Con la causale “emergenza Coronavirus”, sarà infatti, possibile andare a costituire un fondo solido dedicato alla ripartenza di Altopascio, quindi da utilizzare per sostenere imprese, piccole e piccolissime, partite Iva, lavoratori a tempo determinato, operatori della cultura e del turismo, famiglie e nuove povertà. Sullo stesso Iban, inoltre, è possibile raccogliere donazioni anche per l’altra causale: “solidarietà alimentare”, attraverso cui chiunque può finanziare il fondo di solidarietà alimentare che attualmente è di 110mila euro, erogati al Comune dal Governo per distribuire i buoni spesa alimentari ai cittadini in difficoltà.

“Il fondo della solidarietà alimentare da 110mila euro ci sta già permettendo, attraverso il Pronto intervento sociale, di aiutare un cospicuo numero di famiglie e altre ne aiuteremo nei prossimi giorni – commenta il sindaco, Sara D’Ambrosio -. Quello invece dedicato alla ripartenza del paese è tutto da costruire: iniziamo noi a metterci, intanto, le indennità accumulate dall’inizio dell’anno ad oggi, che sono circa 8mila euro compreso aprile, e altre risorse andremo a mettercele non appena capiremo anche quante risorse vengono destinate ai Comuni con il decreto legge di aprile, annunciato anche l’altra sera dal premier Conte e dai ministri Gualtieri e Patuanelli. Il conto che parla di ripartenza guarda al futuro del nostro paese, ciò di cui ci sarà sempre più bisogno da ora in avanti. Voglio ringraziare fin da ora i cittadini e tutti coloro che decideranno di fare la propria parte: è proprio nelle emergenze che viene fuori la comunità, è proprio nel momento del bisogno che chi ha di più può dare a chi ha meno. Altopascio fino a ora ha risposto presente, con piccoli gesti quotidiani anche di singole persone che si sono volute mettere in gioco. E so che il nostro paese risponderà presente anche questa volta”.

La causale “Solidarietà alimentare” va a implementare il fondo, di 110mila euro, per erogare buoni spesa alimentari; scegliendo invece di donare per “Emergenza Coronavirus”, le risorse andranno a implementare il fondo dedicato alla ripartenza del paese. In particolare le risorse dedicate alla seconda causale saranno utilizzate per: sostegno alle imprese e alle attività economiche colpite dalla crisi; contributi alle famiglie in difficoltà; al rilancio del territorio e dell’economia dal punto di vista turistico culturale ed economico; al mantenimento delle attività del settore sociale comunale e del bilancio comunale, in particolare per la copertura delle minori entrate; agevolazioni e sgravi di tributi e tariffe per l’accesso ai servizi comunali; acquisto di mascherine e di dispositivi di protezione individuale; contributi alle strutture sanitarie del territorio e al terzo settore; acquisto di computer e materiale da destinare agli studenti e alle famiglie.