Comune di Altopascio > comunicati stampa > Applausi per Marchetti alla prima uscita da delegato Anci durante la Festa della Cooperazione a Firenze di fronte a 1500 aziende
Ultima modifica: 30 settembre 2015

Applausi per Marchetti alla prima uscita da delegato Anci durante la Festa della Cooperazione a Firenze di fronte a 1500 aziende

Festa della cooperazione 2014 - Delegato Anci - Firenze

Tanti applausi a Firenze per il sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti che ha partecipato, come delegato Anci Toscana, alla Festa della Cooperazione, che ha riunito oltre 1500 aziende della regione all’Obihall di Firenze.

Marchetti, alla sua prima uscita ufficiale, ha ricevuto durante la mattina una bottiglia con dentro un messaggio riguardante il lavoro e gli sviluppi della cooperazione, ricevendo molti applausi nel suo breve ma intenso intervento.

“ Ricevo con grande onore questo messaggio nella bottiglia, un dono e un impegno di grande valore simbolico, a nome dell’Anci Toscana – ha esordito Maurizio Marchetti, dopo avere ironizzato sulla presenza del ring e l’abitudine dei sindaci alla battaglia quotidiana-. Un valore ancora più rilevante per me perché, oltre all’importanza assoluta di questa manifestazione che rappresenta uno dei lati migliori e più significativi della Toscana che produce e crea occupazione, si tratta anche della mia prima uscita in questa nuova veste di delegato dell’associazione dei comuni toscani .

Accettando questa bottiglia prendo dunque l’impegno a portare nel direttivo dell’Anci Toscana questo messaggio, denso di elementi di riflessione e di stimoli che riguardano indistintamente tutti noi, sia come semplici cittadini che come amministratori.

Sono già successe molte cose importanti questa mattina : la conferma del forte messaggio di unità della Alleanza delle Cooperative che, in un sistema economico e sociale sempre più frammentato, va controcorrente e indica la strada per invertire una pericolosa tendenza, tutto questo molto ben simboleggiato dalla regata appena conclusa che ha reso visibili questi elementi .

Costruire, cooperare e competere sono tre temi assolutamente importanti e strategici , cui aggiungerei che la ricchezza di esperienza e professionalità delle cooperative, che rappresentano il 7% del prodotto interno lordo sia della Toscana che del resto della nazione, deve trovare sempre più integrazione e sinergia con tutto il resto delle imprese, che vivono un momento drammatico.

Solo così potremo uscire da questa crisi, che rappresenta un velo negativo sui nostri sogni e le nostre aspettative”.