Comune di Altopascio > bandi attivi > Sostegno al pagamento degli affitti in seguito alla emergenza epidemiologica Covid-19
Ultima modifica: 18 Giugno 2020

Sostegno al pagamento degli affitti in seguito alla emergenza epidemiologica Covid-19

Contributo Affitto straordinario – Graduatoria definitiva degli ammessi e dei non ammessi:

Importante 
Per coloro che risultano Ammessi, la Regione Toscana, al fine di erogare il contributo, richiede l’invio di autocertificazione in cui si attesti che nei mesi di aprile, maggio e giugno 2020 sono ancora presenti le condizioni di diminuzione del reddito a causa del Covid 19. Tale autodichiarazione deve essere inviata entro e non oltre il 17/7/2020.

  • Modulo Dichiarazione sostitutiva di certificazione (formato word – formato pdf)

La domanda, debitamente compilata e corredata di documento di identità valido, potrà essere inviata nei seguenti modi:

  • per e-mail all’indirizzo: comunedialtopascio@gmail.com;
  • per pec all’indirizzo : comune.altopascio@postacert.toscana.it;
  • con consegna a mano presso l’ufficio protocollo solamente su appuntamento, nei giorni di lunedì e venerdì.

Si informa che i contributi saranno erogati in ordine di graduatoria e fino ad esaurimento dei fondi attribuiti dalla Regione Toscana.

I fondi non saranno erogati a coloro che non avranno presentato l’autocertificazione richiesta.

 

BANDO SCADUTO IL 20 MAGGIO 2020

 

Domanda per ottenere un contributo volto al sostegno al pagamento del canone di locazione conseguente alla emergenza epidemiologica Covid-19 ai sensi della Delibera N 442 del 31-03-2020 della Giunta regionale della Toscana

 

BENEFICIARI

Lavoratori dipendenti e autonomi che in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 abbiano:

  1. cessato
  2. ridotto
  3. sospeso

la loro attività o il loro rapporto di lavoro.

Che abbiano subito la riduzione maggiore del 30% del reddito complessivo del nucleo familiare riferita ai mesi febbraio, marzo e aprile 2020 rispetto ai mesi analoghi del 2019.

REQUISITI

  1. residenza anagrafica nell’immobile con riferimento al quale si richiede il contributo;
  2. titolarità di un regolare contratto di locazione a uso abitativo, regolarmente registrato, riferito all’alloggio in cui il nucleo familiare ha la residenza;
  3. assenza di titolarità di diritti di proprietà o usufrutto, di uso o abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, ubicato a distanza pari o inferiore a 50 Km dal comune in cui è presentata la domanda;
  4. valore ISE (Indicatore della Situazione Economica), calcolato ai sensi del DPCM 5 dicembre 2013 n. 159 e successive modificazioni e integrazioni, non superiore a Euro 28.684,36 per l’anno 2019. Per coloro che non sono in possesso dell’attestazione ISE 2019 viene consentita l’indicazione del valore simulato calcolato tramite il portale INPS al seguente collegamento (N.B.: il valore da tenere in considerazione è quello come indicato nella figura esemplificativa – clicca per aprire)
  5. diminuzione del reddito del nucleo familiare in misura non inferiore al 30% (trenta per cento) per cause riconducibili all’emergenza epidemiologica da Covid-19, rispetto alle corrispondenti mensilità dell’anno 2019. Tale riduzione potrà essere riferita sia a redditi da lavoro dipendente (riduzione orario di lavoro, cassa integrazione, ecc.), sia a redditi da lavoro autonomo (con particolare riferimento alle categorie ATECO la cui attività è sospesa a seguito dei provvedimenti del governo), sia a redditi di lavoro con contratti non a tempo indeterminato di qualsiasi tipologia;
  6. il presente contributo non è cumulabile con il contributo per l’autonomia dei giovani della Misura GiovaniSì relativo al canone di locazione di alloggio autonomo;

 

POSSESSO DEI REQUISITI

Per la dimostrazione del possesso dei requisiti di cui alle lettere precedenti, il richiedente potrà, in caso di impossibilità a conseguire la relativa documentazione, avvalersi dell’istituto della autocertificazione ai sensi del D.P.R.n. 445/200.
In ogni caso il richiedente dovrà integrare, appena possibile, la domanda con la necessaria documentazione, anche a su richiesta del comune presso cui la stessa sia stata presentata; in ogni caso la richiesta sarà soggetta a verifica autonoma da parte del comune stesso e, in caso di dichiarazioni false o mendaci, il richiedente subirà le conseguenze civili e penali del caso previste dalla normativa in materia di autocertificazione.

 

TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Per la presentazione delle domande il termine è fissato per il 20 maggio 2020.
Le domande presentate dopo il predetto termine saranno escluse dall’erogazione del beneficio, a meno che non intervengano proroghe dello stesso.

Distribuzione, raccolta e modalità di presentazione delle domande

Modello on-line per presentazione modello domande

Le domande di partecipazione al presente avviso pubblico devono essere compilate unicamente sul form online predisposto dal Comune di Altopascio .
Le domande di partecipazione redatte sotto forma di dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R 445/2000

Istruttoria delle domande e priorità nella concessione dei contributi

Il Comune di Altopascio procede all’istruttoria delle domande, accerta la sussistenza delle condizioni e verifica il possesso dei requisiti previsti, effettuerà la valutazione delle domande per confermare o escludere l’ammissione al contributo.

Le graduatorie saranno formate sulla base delle fasce Ise: (fasce da prendere come esempio, dovendo le stesse essere approvate con delibera di Giunta di ciascun Comune)
– Fascia “A”: valore ISE uguale o inferiore all’importo di Euro 13.338,26 (corrispondente a due pensioni minime INPS – Tabella B allegato 2 alla Circolare INPS n. 122 del 27/12/2018);
– Fascia “B”: valore ISE compreso tra l’importo di Euro 13.338,26 e l’importo di Euro 28.684,36;

Ai fini della presente disciplina per nucleo familiare si intende la famiglia costituita dai coniugi e dai figli legittimi, naturali, riconosciuti ed adottivi e dagli affiliati con loro conviventi. Fanno altresì parte del nucleo familiare il convivente more uxorio, gli ascendenti, i discendenti, i collaterali fino al terzo grado alla data di pubblicazione della presentazione della domanda.
Sono equiparate al nucleo familiare, le situazioni di convivenza finalizzate alla reciproca assistenza morale e materiale, che siano instaurate alla data di pubblicazione della presentazione della domanda.

In caso di parità di valore ISE, tra due o più nuclei, la posizione in graduatoria verrà determinata in base ai seguenti criteri di precedenza, applicati nel seguente ordine:
a) Numero e età dei minori presenti nel nucleo: precede il nucleo con numero maggiore di figli e età più bassa dei minori
b) Presenza di soggetti con invalidità pari o superiore al 67% nel nucleo e/o con accertamento di handicap ai sensi della L.5 febbraio 1992, n.104.

Ammontare ed erogazione del contributo

  • Il contributo della presente Misura Straordinaria sarà calcolato sulla base del 50% (cinquanta per cento) del canone di locazione dichiarato e, comunque, in misura non superiore a 250 €/mese.
  • Il contributo si riferisce alle 3 mensilità relative ai canoni dei mesi di Aprile, Maggio e Giugno 2020 e sarà corrisposto al permanere delle condizioni di accesso al contributo stesso.
    Il contributo verrà erogato in ordine di graduatoria nel limite delle risorse disponibili.

Graduatoria provvisoria e eventuali reclami

  • L’Amministrazione pubblicherà la Graduatoria Provvisoria all’Albo Pretorio e gli interessati potranno presentare reclamo entro i successivi 5 giorni mediante invio di e – mail al seguente indirizzo mailinforma@comune.altopascio.lu.it RECANTE LA DICITURA NELL’OGGETTO “RECLAMO BANDO CONTRIBUTO AFFITTO STRAORDINARIO”.
  • Il Responsabile di procedimento provvederà a verificare quanto contestato e inviare contestuale risposta

Esclusione dal contributo

  • Pena l’esclusione, le richieste dovranno essere complete con i riferimenti corretti alla documentazione comprovante i requisiti posseduti. L’esclusione è, altresì, disposta in tutte le ipotesi previste dal presente avviso.
  • Sono ovviamente esclusi coloro che, pur presentando correttamente la domanda, non hanno i requisiti per l’accesso al contributo

Controlli

  • Saranno effettuati controlli a campione per la verifica delle autocertificazioni presentate e nei casi di dichiarazioni mendaci rilasciate al fine di ottenere indebitamente il beneficio del contributo il richiedente decadrà immediatamente dal beneficio concessogli, con obbligo di restituzione della somma percepita e incorrerà nelle sanzioni previste dal codice penale e dalle leggi specifiche in materia.

Norma Finale

  • Per quanto non previsto dal presente avviso si fa riferimento agli atti di cui in premessa ed alla vigente normativa in materia. Il responsabile del procedimento è individuato nella Posizione Organizzativa del Settore “ Servizi al Cittadino” .

Ufficio di supporto

Settore Servizi al Cittadino

  • Telefono 0583 216353216907 (dal lunedì al venerdì 8,30 – 12,30)

Informativa sul trattamento dei dati personali